progetti

TRAM

TRAM – Teatro di Residenza Artistica Multipla è la Stagione che coniuga le attività di teatro, danza, musica e formazione delle tre realtà residenti al Teatro della Limonaia: Company Blu, Atto Due/Laboratorio Nove e Associazione Teatro della Limonaia.
Il teatro è situato nell’antica limonaia della Villa Corsi Salviati Guicciardini di Sesto Fiorentino, il Teatro della Limonaia ha una struttura unica a Firenze che per l’estrema mobilità della scena e le sue caratteristiche dinamiche, permette di accogliere al meglio spettacoli teatrali e danza di rilievo.

Uno spazio per la contemporaneità che raccoglie il teatro e la danza contemporanea senza trascurare le attività di formazione, concerti, spettacoli per bambini, che radicano il teatro nel tessuto sociale e culturale cittadino.

TRAM collega Sesto Fiorentino alla grande scena contemporanea, uno spazio aperto e condiviso di residenza e resistenza a Sesto Fiorentino, polo dell’area metropolitana.

Teatro della Limonaia, Via Gramsci 426, Sesto Fiorentino

MAP

INFO LINE:
www.companyblu.it – 055.440265
www.attodue.net – 055.4206021
www.teatrodellalimonaia.it – 055.440852


TRAM - Teatro di Residenza Artistica Multipla is the season program that presents theater, dance, and music performances, courses and workshops of the three current residential companies at Teatro della Limonaia: Company Blu, Atto Due/Laboratorio Nove e Associazione Teatro della Limonaia.

The theater is located in the lemon hothouse of Villa Corsi Salviati Guicciardini in Sesto Fiorentino, Florence Italy. Teatro della Limonaia has a unique structure in that the mobility of the stage and its dynamic characteristics can accommodate both theater and dance.
Its a Florentine space dedicated to the contemporary, hosting theater and contemporary dance without neglecting teaching activities, concerts, children's performances, keeping this theater deeply rooted in the social and cultural fabric of the city.

TRAM connects Sesto Fiorentino with the greater contemporary scene, an open space and shared residence and resistance in Sesto Fiorentino, hub of the metropolitan area.

Teatro della Limonaia, Via Gramsci 426, Sesto Fiorentino

MAP

INFO LINE:
www.companyblu.it – 055.440265
www.attodue.net – 055.4206021
www.teatrodellalimonaia.it – 055.440852

BLUARTS for KiDs

BluArts for KiDs è un programma di formazione e di gioco interdisciplinare rivolto a bambini e non solo, attraverso le Arti contemporanee, realizzato con il sostegno di Regione Toscana.

Il progetto è a cura di Company Blu, nell'ambito dell'attività di residenza TRAM – Teatro di Residenza Artistica Multipla.

BluArts for KiDs


BluArts for KiDs is an interdisciplinary program of courses and activities for children, and not only, through the contemporary Arts, implemented with the support of the Tuscan Region.
The project is organized by Blu Company, as part of TRAM - Teatro di Residenza Artistica Multipla. (link pagina BluArts)

BluArts for KiDs


regione toscana

 

D’ARME

D’Arme – Stagione D’area Metropolitana di Danza Contemporanea, è un progetto di collaborazione in rete tra Residenza Artistiche Sesto TRAM / Company Blu, al Teatro della Limonaia, e Teatro Cantiere Florida / Versiglidanza.

Raccoglie in un unico programma di danza contemporanea le rassegne DINAMICHE SCOMPOSTE di Company Blu e FLOW di Versigliadanza.

D’Arme è sostenuto dalla Regione Toscana.


D'Arme - Stagione D’area Metropolitana di Danza Contemporanea, is a collaborative network between the artistic residencies of Sesto TRAM / Company Blu, at Teatro della Limonaia, and Teatro Cantiere Florida / Versiglidanza.

It collects in one program contemporary dance performance series: DINAMICHE SCOMPOSTE by Company Blu and FLOW by Versigliadanza.

D’Arme is supported by the Region of Tuscany.


regione toscana

PEER-COACHING


Il valore della ricerca tra pari e flussi di lavoro negli arti performativi

Nel 2013 Company Blu ha dato vita a uno spazio di lavoro per artisti giovani che possano lavorare tra pari (peer-to-peer) in cui abbiano differenze e affinità da mettere insieme e scambiare in un flusso di lavoro di stimoli e di “pratiche” sul movimento.

Si è scelto di colmare una richiesta e di offrire questa opportunità per dare spazio a una esperienza aperta di condivisione, di arricchimento partecipativo per (e tra) giovani e artisti emergenti, anche in funzione dei progetti artistici che ciascuno, singolarmente o in gruppo è in grado di elaborare.
La direzione artistica di Company Blu (Alessandro Certini e Charlotte Zerbey) rimane fuori dal flusso di lavoro, limitandosi ad accogliere e mettersi a disposizione delle progettualità, sia attraverso uno sguardo esterno sia, eventualmente utile e/o richiesto, con il piacere di partecipare saltuariamente “alla pari” nel lavoro in sala.


METODOLOGIA
Progetto e spazio di lavoro in senso figurato non hanno limiti né linee precostituite, proprio per dare autonomia e continuità alle relazioni del gruppo durante i periodi di lavoro.
In senso fisico, Company Blu mette a disposizione il Teatro della Limonaia, lo Studio Blu e talvolta altri spazi.
I partecipanti adattano e concorrono attivamente ad adattare un programma con cui organizzare i giorni di lavoro, una traccia per impegnare al meglio gli spazi e il tempo d'attività. Il piano di lavoro in ogni caso prevede due parti in turn over tra i partecipanti che, reciprocamente, si alterneranno in training / preparazione, e coaching / conduzione nelle sessioni di lavoro.
Durante la seconda parte e volta per volta, i coaches illustrano e insieme lavorano su proposte inerenti al proprio progetto artistico. Gli artisti possono modificare liberamente durante il lavoro la traccia, sulla base delle dinamiche, dei progetti e dello stesso gruppo.

L’unico vero vincolo è dato dalla serietà, dalla professionalità, dall’impegno e dal rispetto del lavoro praticato in gruppo. Senza alcuna escatologia, resta aperta la possibilità di incontrare il pubblico e/o proporre momenti di confronto con specialisti/operatori...
Talvolta i lavori, a seconda del grado di sviluppo, rientrano tra le iniziative programmate da Company Blu in attività di residenza, oppure vengono indirizzati in altri contesti.


Quale è la finalità dell’iniziativa?
Null’altro che offrire l'opportunità a un gruppo di artisti e giovani professionisti validi di lavorare in teatro sulle proprie progettualità; permettere loro di arricchirsi reciprocamente attraverso la pratica e la conoscenza dei propri e altrui modelli di riferimento (background). Portare la propria ricerca sul campo.
D'altro lato però Company Blu sostiene (con investimenti e risposte concrete) le evidenti esigenze di relazione e di spazi di lavoro per la ricerca contemporanea sul movimento (danza) e, non ultimo, l’emersione di un nuovo contesto generazionale.


ARTISTI CHE HANNO PARTECIPATO ALLE EDIZIONI PRECEDENTI

(con qualche annotazione)

 

2013

2013

Alla prima esperienza del peer-coaching (1 - 12 luglio) 2013, hanno partecipato i seguenti artisti:
¥ Claudia Catarzi (PO)
¥ Carlotta Scioldo (TO)
¥ Erika Di Crescenzo (MI)
¥ Marta Sponsilli (RM)
¥ Luke Thomas Dunne (UK)
¥ Pietro Pireddu (Maktub Noir - FI)
¥ Nicola Falcone (Maktub Noir - FI)
¥ Elisa Zuppini (Maktub Noir - FI)
¥ Daniele Albanese (Stalk - BO)
¥ Francesca Burzacchini (Stalk - BO)
¥ Francesca Duranti (SI)
¥ Claudia Caldarano (LI)


2014

2014

Dopo aver verificato la significativa attenzione per l'esperienza condotta in 2013, nel 2014 si è scelto di dare particolare risalto alle proposte progettuali a partire dal mese di aprile.

Tre diversi momenti di lavoro (dal 14 al 27 aprile; dal 14 al 19 giugno; dal 14 al 20 luglio) per accogliere e valutare l’evolversi del progetto lungo il processo di lavoro.
Nel 2014 prendono parte al progetto:
¥ Carolina Amoretti (SP - performer)
¥ Barbara Stimoli (UD - performer)
¥ Spartaco Cortesi (FI - musicista)
¥ Magherita Landi (FI - performer)
¥ Silvia Bennett (LU - performer)
¥ Erika Di Crescenzo (TO - regia/performer)
¥ Carlotta Scioldo (TO - regia/performer)
¥ Sharon Estacio (PO/USA - performer)
¥ Sabrina Mazzuoli (FI - performer)
¥ Marta Bellu (FI - performer)
¥ Mosè Risaliti (FI - performer)


2015

2015

Tre diversi momenti di lavoro (dal 14 al 27 aprile; dal 14 al 19 giugno; dal 14 al 20 luglio) e due azioni dirette in ambiente performativo (a settembre Murate – Firenze; a novembre Focus danza – Teatro della Limonaia).
Nel 2015 inoltre è stato adottato uno strumento importante per il tutoraggio e per il monitoraggio condiviso del lavoro svolto durante il progetto.
Attraverso l’adozione del "Critical Response Process" al peer-coaching si è aggiunto un arricchimento metodologico per gestire e provocare numerosi momenti di feedback e di critica.
Si tratta di un metodo ideato da Liz Lehrman che Charlotte Zerbey ha conosciuto personalmente dopo aver seguito delle masterclass in Russia, dove Liz ha dimostrato questo suo affascinante e particolarmente utile sistema di riscontro critico.
In tal senso il ruolo del “facilitatore” (Charlotte Zerbey) attraverso le linee del “C.R.P” interviene per migliorare il rapporto tra l’Artista e lo Spettatore. Si sviluppa e focalizza il discorso su il significato di quello che lo spettatore ha "visto" e all'artista viene richiesto di fare domande specifiche allo spettatore, mentre gli spettatori sono invitati a formulare domande che trasformino le loro opinioni in interrogativi neutrali.

Nel 2015 hanno partecipato al progetto:
¥ Pietro Pireddu (FI – coreografo)
¥ Caterina Basso (BO – danzatrice/coreografa)
¥ Carlotta Scioldo (TO – regia/performer)
¥ Sharon Estacio (PO/USA - performer)
¥ Silvia Bennett (LU - performer)
¥ Magherita Landi (FI - performer)
¥ Sabrina Mazzuoli (FI - performer)
¥ Martina Francone (FI – danzatrice)
¥ Elisa Scarselli (PI – danzatrice)
¥ Chiara Cinquini (PI – atrice)
¥ Caterina Simonelli (LU – cantante/attrice)
¥ Mosè Risaliti (FI – performer)

Dal 2015, il peer-coaching è inserito nel progetto delle residenze interregionali (Art.45) sostenuto dal MiBACT e dalla Regione Toscana.


AZIONE_2016/2017

Aldes/Cab 008/Compagnia Simona Bucci/Company Blu/Kinkaleri/Le Supplici/Mk/Ass. Sosta Palmizi.
In collaborazione con Versiliadanza

Progetto pilota per una rete stabile di insegnamento sul territorio toscano
Orientato ad agire nel campo della sperimentazione e dell’alta formazione per danzatori, il percorso è rivolto ad un massimo di 18 allievi.
Possono presentare domanda tutti coloro che hanno una formazione di base nell’arte del movimento e che ritengano di voler perseguire la carriera di interpreti e danzatori, di un’età compresa fra i 18 e i 30 anni (l’età è da intendersi compiuta entro la scadenza del Bando). Saranno valutati anche i diplomi di laurea.

Gli artisti e coreografi coinvolti nel progetto che operano e hanno sede in Toscana, intendono incarnare in questa Azione, un primo gesto verso un ideale necessario, la costruzione di poli di alta formazione professionali nell’ambito della contemporaneità, strutture che offrano alternative di studio differenziate a basso costo anche fuori da logiche di mercato.

Il piano di studi ospita le docenze di Simona Bucci, Roberto Castello, Alessandro Certini, Michele Di Stefano, Fabrizio Favale, Raffaella Giordano, Marina Giovannini, Marco Mazzoni, Cristina Rizzo, Giorgio Rossi, Charlotte Zerbey.

L’eterogeneità dell’esperienza poetica di ogni autore, svilupperà un pensiero consapevole e responsabile nel dare un senso organico al percorso, sia pratico che teorico. All’interno delle modalità di lavoro di ciascuno gli autori affronteranno conoscenze e forme, principi e relazioni costitutivi del linguaggio corporeo nell’ambito della danza e del teatro contemporaneo.

CANDIDATI SELEZIONATI BANDO AZIONE 2016/2017
Altobello Anna
Andrenacci Ludovica
Arena Davide
Bassani Sissj
Bonfiglio Giulia Maria
De Simone Lorenzo
Dezulian Silvia
Fuscà Samuel Nicola
Gilera Giulia
Giustina Isabella
Mazzoni Francesca
Occhiato Irene
Piazzi Martina
Porro Filippo
Ravarotto Giulia
Sandri Camilla
Sbaragli Elisa
Secchi Valeria


TOP BACK

CONTACT