MUTAMENTI


Coreografia: Isabella Giustina
Interprete: Isabella Giustina
Musiche: Piero Corso; Einstürzende Neubauten, Yusef Lateef

Produzione Company Blu

realizzata con il sostegno di
MiBACT Ministero dei Beni Culturali e del Turismo e REGIONE TOSCANA

Progetto vincitore del Premio TenDance 2018

Progetto realizzato in residenza presso
Company Blu (Sesto Fiorentino, FI), all'interno del progetto "Peer-Coaching", con il sostegno di MiBACT e Regione Toscana.

Ringraziamenti:
Charlotte Zerbey, Alessandro Certini, Matteo Siracusano, Anna Giustina, Maria Augusta Chizzola.

Una lacrima scende e diventa sorriso. Un seme si distrugge sbocciando in un germoglio. La materia, soggetta allo scorrere del tempo, pian piano modifica la propria forma. Un incontro dà origine ad una nuova vita. Un istante si tuffa nel passato diventando ricordo. Una domanda cerca risposta allungandosi nell'ombra muta di una voce. Un evento che diventa, vento che scuote tutto il paesaggio, una linea dentro un gesto, e che sfugge, imprendibile alla memoria.
Tutto quello che si osserva da vicino ha un tempo infinito ed è infinitesimale da altre distanze. Uno scarto che rende tutti gli elementi della realtà portatori di un grande e vitale mistero, un potere potenziale che all'atto dinamico è inarrestabile, incolmabile, sospeso oltre la fine: è la capacità e la necessità di generare cambiamento. Movimento in più parti e parte, esse stesse, di un altro movimento.

La vita: un incessante, perenne mutamento. Nascita, sviluppo, crescita, maturazione, invecchiamento. Felicità, sofferenza. Sorprese, illusioni, delusioni. Incontri, abbandoni, separazioni, cambiamenti di luogo.

Questo studio vuole indagare il mutamento nelle sue diverse, molteplici sfaccettature.
Continuamente, istante per istante, qualcosa dentro o fuori di noi si modifica, a partire dalle cellule del nostro corpo che si dividono e si riproducono, fino ad arrivare ai pianeti, agli asteroidi e alle comete che perennemente ruotano attorno al Sole.
Cambiamenti piccoli, grandi, volontari, involontari; cambiamenti che accettiamo e cambiamenti da cui vogliamo sfuggire, rimanendo ostinati sulle nostre idee e convinzioni.


MUTAMENTI

Choreography: Isabella Giustina
With Isabella Giustina
Music: Piero Corso; Einstürzende Neubauten, Yusef Lateef
Photo Giuseppe Stoppiello

Production Company Blu

supported by
MiBACT Ministero dei Beni Culturali e del Turismo and REGIONE TOSCANA

Award winning project of the TenDance prize 2018

Project made in residence at
Company Blu (Sesto Fiorentino, FI), within the "Peer-Coaching" project, supported by MiBACT and Regione Toscana.

Thanks
Charlotte Zerbey, Alessandro Certini, Matteo Siracusano, Anna Giustina, Maria Augusta Chizzola

A tear goes down and becomes a smile. A seed destroys itself blossoming into a bud. Matter is subjected to the flow of time, it slowly changes its shape. An encounter gives rise to a new life. An instant dives into the past and becomes memory. A question looks for an answer extending itself into a mute shadow of a voice. An event that becomes, the line of a gesture, is like the wind which shakes an entire landscape, and escapes, uncatchable by memory. Anything that we can observe closely has an infinite time and is infinitesimal in other distances. A deviation that brings a vast and vital mystery to all elements of reality, a potential power, which is unstoppable, unfillable, suspended beyond the end of any dynamic act: it’s the capability and the need to produce change, movement in several parts and these parts themselves part of another movement.
Life: an ongoing, everlasting change. Birth, development, growth, maturation, ageing. Happiness, sadness. Surprises, illusions, disappointments. Encounters, abandonments, detachments, changes of places.
In this work Isabella wants to examine change in its various aspects. Continuously and perpetually, something within or outside of us changes, from the cells of our body, which divide and reproduce, to planets, asteroids, and comets, which perennially rotate around the Sun. Small changes, big changes, involuntary changes; changes that we accept and changes we want to escape, stubbornly holding on to our ideas and convictions.


vedi il video dello spettacolo

TOP BACK

CONTACT