CLAUDIA CATARZI
CLAUDIA CATARZI

OPEN WINDOWS

LABORATORIO con CLAUDIA CATARZI ( 10 ore )

ORARI
> Sabato 29 Febbraio 13:00 - 19:00 (con pausa di 30min)
> Domenica 1 Marzo 9:30 - 14:30 (con pausa di 30min)


PER INFO e ISCRIZIONI
news@companyblu.it
+39 055 440265
+39 328 6699457


PREZZO*
> Early bird ( entro il 14 Febbraio ) 100€
> costo intero 125€


OPEN WINDOWS | LABORATORIO con CLAUDIA CATARZI

29 FEBBRAIO e 1 MARZO 2020


Claudia Catarzi

è danzatrice e coreografa. Inizia la sua carriera con l'Ensemble di Micha Van Hoecke, Compagnia Virgilio Sieni, ALDES/ Roberto Castello, Company Blu. Più tardi danza per Constanza Macras’ Dorky Park (Berlino) e Iztok Kovac’s En-Knap Group (Lubiana). Collabora poi con la coreografa Yasmeen Godder a Tel Aviv ed è invitata dalla Batsheva Dance Company di Ohad Naharin. Claudia ha partecipato al cortometraggio di Peter Greenaway The towers. Lavora tuttora per la compagnia Sasha Waltz&Guests e con Ambra Senatore collabora dall'inizio dei suoi primi lavori. Queste ricche esperienze hanno portato alla creazione del solo Qui, ora, che è stato pluri premiato e selezionato tra gli altri per Aerowaves Spring Forward Festival. Il suo altro solo Sul punto vince il premio della giuria e del pubblico a Romaeuropa/Festival DNA. Nel 2016 riceve il sostegno del progetto europeo Be SpecACTive! per la creazione A set of timings. Nel 2017 è scelta come danzatrice dell'anno nel libro "Jahrbuch 2017 der tanz - Zeitschrift für Ballett, Tanz und Performance", con 40.000 centimetri quadrati. Le sue due ultime creazioni, A set of timings e Posare il tempo le fanno ricevere la nomina di artista Tremplin, network dei partners CDC/Angers, L'étoile du Nord/Paris, Le Mac Orlan, Brest, CCNN/Nantes, Le Triangle e Le Musée de la danse/Rennes, Le Quartz/Brest.
Claudia è artista associata del CDCN di Bordeaux/La Manufacture.

Laboratorio:: i due giorni di incontro si baseranno su alcune linee guida del suo percorso di ricerca e creazione e saranno incentrati sul lavoro in contatto, sul concetto di peso, massa e forma che arriva ad assumere il corpo. Partendo da esercizi di riscaldamento semplici, la proposta sarà di esplorare sistemi di struttura a due o più corpi alla volta, per trovare nuove possibilità di movimento ma sempre in reciproca interdipendenza. Il pensiero al mondo scultoreo potrà essere un’ispirazione.


CONTACT